I tipi di carattere

//I tipi di carattere
caratteri

L’Analisi Bioenergetica identifica i caratteri sotto il profilo unitario psico-fisico.

  • Viene definito come carattere “Schizoide” chi si presenta con le seguenti principali caratteristiche somatiche:collo lungo, spalle come “appese”, tronco come separato dal bacino, arco plantare fortemente arcuato ed articolazioni fortemente lasse. Psicologicamente, la persona con queste caratteristiche ha difficoltà a percepire il proprio Io in modo totale, vive intensamente un senso di solitudine profonda e cerca  disperatamente di ancorarsi alla realtà con il proprio raziocinio, poiché sente l’insufficiente contatto  con la stessa (espresso così bene, d’altronde, dallo scarso appoggio plantare). La paura è il sottofondo ai propri sentimenti e definisce il rapporto con la vita.
  • E’ “Orale” la persona che si presenta con scarsa muscolatura, generalmente longilinea, con mani e piedi piuttosto piccoli, tendenza alla magrezza, sterno frequentemente appiattito, volta plantare spesso collassata. La testa ed il collo sono spinti in avanti come per chiedere. Complessivamente il carattere Orale da una sensazione di mancanza di energia. Dal punto di vista psicologico l’Orale prova una sensazione di vuoto interno pressoché continuo, manca di aggressività, tende facilmente alla depressione ed, in genere, il suo atteggiamento nella vita è di continua dipendenza verso gli altri.
  • Il carattere “Psicopatico” ha come preminenti caratteristiche corporee un collo robusto e corto, torace e spalle molto forti, una pelvi piuttosto rigida e gambe non sufficientemente robuste rispetto alla parte superiore del corpo. Psicologicamente, c’è in lui la tendenza a considerare il potere più importante dello stesso piacere. La sessualità è strumentalizzata in questo senso. Non esiste una effettiva, reale, concreta aggressività. Tende alla manipolazione degli altri attraverso la seduttività.
  • Il carattere “Masochista” si presenta anch’esso fisicamente grosso, pesante, con muscolatura ben sviluppata, con appiattimento della lordosi fisiologica , con cosce grosse e tendenti alla pinguetudine. dal punto di vista psicologico la sensazione che prova è quella della depressione, a lamentarsi di sé e degli altri, è incapace di esprimere la propria aggressività naturale, tende al disprezzo senza altresì manifestarlo, è cortese, affabile, servizievole.
  • Infine il carattere “Rigido” fisicamente si presenta con effettiva mancanza di elasticità, flessibilità dei muscoli lunghi della schiena e del collo. Ha occhi ricchi di energia e portamento con testa alta  ed altero. Psicologicamnte, ha caratteristiche di forte competività, tende al continuo controllo di sé, non agisce mai impulsivamente, difficilmente si abbandona ai propri sentimenti.

Questi sono alcuni dei tratti più salienti dei più importanti caratteri descritti da Lowen: questi caratteri non si presentano mai puri in un solo individuo ma si intrecciano in vario modo, per cui soltanto l’attenta osservazione del paziente può offrirci la messa a fuoco dei dati preminenti della personalità. Attraverso la conoscenza dei mezzi che consentono di intervenire sugli aspetti corporei dei pazienti (la mancanza di flessibilità del carattere rigido, mancanza di contatto dello schizoide, tensione nel torace e nelle spalle dello psicopatico, debolezza nell’orale, ecc. ecc.,) l’analisi bioenergetica aiuta a conoscere e superare i vari blocchi psico-fisici, le proprie tensioni corporee ed i propri sentimenti inespressi.

Sembra essere lo strumento ideale per tutte le difficoltà che, per qualsivoglia tipo di sport, debbono affrontare coloro che praticano attività agonistiche e non agonistiche. L’approccio corporeo, infatti, è più facilmente sentito dai soggetti abituati all’attività fisica, più accettato e sicuramente più compreso. Per lo sportivo, in particolare, che fosse abituato ad utilizzare il proprio corpo senza “sentirlo”, divenire consapevole ed imparare ad accettarlo consente, il riappropriarsi di questo “sentire” e l’imparare a vivere la propria corporeità nella dimensione dell’accettazione. Questa è una conquista e un’esperienza fra le più stimolanti e gratificanti che possa accadere a chiunque di vivere.