Paura del giudizio nelle varie strutture caratteriali: psico-maso

//Paura del giudizio nelle varie strutture caratteriali: psico-maso
libertà

Il problema di questo carattere coinvolge il principio della libertà. “Io non sono libero di muovermi, di assumere iniziative che possano piacere agli altri, perché temo che gli altri mi possano giudicare male. Quindi sono limitato nella mia libertà personale rispetto alle mie decisioni”. La soluzione terapeutica consiste nel fargli prendere contatto con la sua modalità autorepressiva, farlo respirare profondamente e portarlo a pensare “È più importante per me sentirmi libero che illudermi di essere amato, soprattutto se limito il mio desiderio ed il mio bisogno di farlo a modo mio”. In questo modo il paziente impara a ribellarsi al suo  tribunale interno ed all’idea del giudizio. Trova il coraggio di dire “Basta” per potersi offrire la possibilità di esprimersi liberamente. La paura è di perdere l’amore dell’altro, di essere allontanato, sbattuto fuori. È importante aiutarsi anche scegliendo, fra la gente, occhi che ci confermino, che ci facciano sentire riconosciuti come importanti: “Quello che sto dicendo, che sto facendo, interessa qualcuno: sono importante per lui/lei”

È un rinforzo positivo che può sostenere la pesante lotta del masochista fra il suo senso di impotenza ed il bisogno di liberarsi dal vincolo della paura del rifiuto.

“Caratteriologia – L’analisi del carattere per capire i comportamenti umani” di Tommaso Traetta, Armando editore, 2009)